ungheria
A Bergamo l'incontro con la direzione aziendale, che ha annunciato la svolta. Nel marzo scorso, l’annuncio della delocalizzazione di alcune produzioni in Ungheria: dai 60 iniziali, gli esuberi erano poi scesi a 40. Ora sono stati definitivamente ritirati
09 maggio 2019
Limite dello straordinario a 400 ore l'anno e settimana lavorativa a 48 ore o a sei giorni. Sono gli ultimi provvedimenti sul lavoro approvati in Parlamento senza alcuna forma di dialogo sociale. Durante (Cgil): "Solidarietà a chi scende in piazza"
14 dicembre 2018
Il portale di informazione economica Portfolio ha provato a calcolare il numero di connazionali del primo ministro Viktor Orbán attualmente residenti nel continente
15 febbraio 2018
di Ilaria Romeo
Fu Di Vittorio, a giudizio dell’ex leader della Fiom, l’artefice della svolta in casa Cgil. Dopo la reprimenda del partito, scrive con Adriano Guerra in un libro del 1997, “era ferito e umiliato. Credo che si sia trovato di fronte a un aut aut drammatico”
26 ottobre 2016
di Carlo Gnetti
Se l'Est diventa laboratorio del neoliberismo
Due idee a confronto. Un dibattito in Cgil, con testimonianze dirette, mette in luce i rischi di "balcanizzazione" del vecchio continente. Il caso Ungheria. Durante: "Costruire un'Europa diversa, che si ispiri ai valori originari" DI CARLO GNETTI
11 ottobre 2013
di Osservatorio Sociale Mitteleuropeo,
Ungheria, Slovacchia, Repubblica Ceca: è emergenza (foto da risorsedisumane.com)
La disoccupazione vola su percentuali a due cifre. Il mix di politiche di austerità e recessione aumenta il disagio sociale. Il mercato del lavoro è fermo e settori trainanti come le costruzioni sono in flessione drammatica DI OSME
29 aprile 2013
di Osservatorio Sociale Mitteleuropeo,
Ungheria, gli emendamenti che mettono in catene la Costituzione (autore foto: loriszecchinato - da flickr)
Le modifiche approvate dal Parlamento riducono l'indipendenza dei giudici, criminalizzano i senzatetto, limitano pesantemente i diritti civili. Eppure la popolarità di Fidesz e del governo Orbán è in aumento DI OSME
22 marzo 2013
di Massimo Congiu
Bambini rom, dal sito Romagazine.eu
Disoccupazione, scarsa integrazione, “segregazione spontanea” nelle scuole, fenomeni di razzismo. 800mila rom, la minoranza più cospicua del paese, sono sempre più in difficoltà DI MASSIMO CONGIU
01 novembre 2012
di Antonio Morandi
Budapest - autore foto: loriszecchinato, da flickr
Un paese a rischio fallimento, leggi liberticide, razzismo e nazionalismo esasperato. Budapest rischia l’isolamento internazionale. Ma l'Unione europea è troppo debole per far rispettare i principi di democrazia DI ANTONIO MORANDI
24 febbraio 2012
Lo riferisce il sito di Peacereporter
22 settembre 2011
di Mariarosaria Sciglitano, OSME - eurolettera.org
Ágnes Heller: non mi piace quest'Ungheria per ricchi (foto di Pulpolux!!!, da flickr)
Intervista alla filosofa: l'Ungheria di Orbán vive il suo momento più difficile. Diritti e libertà compressi, contrappesi costituzionali e sociali indeboliti. Lavoratori e poveri sono sempre più poveri DI MARIAROSARIA SCIGLITANO, OSME
10 luglio 2011
di OsMe, www.eurolettera.org
Un particolare della Cappella Sistina
Il Parlamento ha approvato la Costituzione voluta dai conservatori. Nel preambolo si affermano le radici cristiane del paese: Dio e cristianità visti come elementi fondanti della nazione. Giro di vite sull'aborto e maggiori controlli sulla magistratura
19 aprile 2011
di Osservatorio sociale mitteleuropeo
Rom a rischio (Foto xlpace (da Flickr))
Lo denunciano il Centro Europeo per i Diritti dei Rom, Amnesty International e Human Rights First: sono minacciati con armi e cani incitati all’aggressione e seguiti ogni volta che escono di casa
18 marzo 2011

X «

#tickEnd-tickBegin#