rivista delle politiche sociali
di Luca Alteri, Adriano Cirulli e Luca Raffini, Rps
L’accento sulla condivisione scompagina consolidati bastioni – “pubblico” e “privato” – a lungo contrapposti. Capire se si vada in direzione di una “città solidale” o nella spirale di una “città duale” costituisce, per le scienze sociali, una sfida
08 agosto 2019
di Stefano Cecconi
In un quadro di frammentazione istituzionale e di marcate differenziazioni territoriali, l’argomento torna al centro dell’interesse di molti studiosi. Se ne parla, con il contributo di approfonditi saggi, nel n. 1/2019 di Rps
03 luglio 2019
di Grazia Zuffa, Rps
Le Relazioni al Parlamento non hanno mai corrisposto al compito istituzionale di fornire uno strumento di valutazione della politica sulla droga. Mentre la riduzione del danno, la strategia più in grado di rispondere alle odierne tendenze, è sottovalutata
27 giugno 2019
di Carla Moretti, Rps
Il porto di Ancona (foto pixabay.com)
Per un welfare abitativo accettabile è importante introdurre elementi di welfare generale. Gli elementi emersi in un’indagine realizzata nel comune di Ancona, volta ad analizzare le esperienze attuate nel territorio
25 giugno 2019
di Stefano Cecconi
La casa, complice la crisi economica del 2008, è tornata a essere un problema sociale, avvertito nel dibattito scientifico, ma ancora fuori dall’agenda politica. Se ne parla, con il contributo di diversi e approfonditi saggi, nel n. 4/2018 di Rps
02 maggio 2019
di B. Da Roit e M. Pantalone, Rps
L’invecchiamento della popolazione ci interroga sulla sostenibilità dei sistemi di cura e sui rapporti tra generazioni. Il caso dei quaranta-cinquantenni, per i quali si prospetta un futuro con ridotte risorse e accresciute disuguaglianze
18 marzo 2019
di M. Raitano e G. B. Sgritta, Rps
foto da unplash.com
La vera sfida che abbiamo di fronte scavalca la dimensione dell’improbabile contrapposizione tra padri e figli per investire la tenuta degli assetti sociali costruiti nel corso del Novecento
05 marzo 2019
di Stefano Cecconi, Rps
Il n. 2/2018 di Rps rilegge il percorso che ha portato all’approvazione 40 anni fa delle leggi 180, 194 e 833, e propone attraverso gli interventi di studiosi, docenti e sindacalisti di verificarne l’attualità e il potenziale di innovazione sociale
26 ottobre 2018
di Alessandro Martelli, Rps
foto Simona Caleo
Le difficoltà non riguardano solo lo studio dei meccanismi di policy che si rivolgono alle donne in difficoltà, ma anche l’osservazione della complessità che le misure di welfare oppongono a chi intenda osservarne modalità di implementazione ed effetti
21 settembre 2018
di Stefano Cecconi
Nella storia del pensiero occidentale per lungo tempo le differenze tra uomini e donne e le loro ricadute nel campo dei diritti (al lavoro, alla cura, all’autonomia) sono state trascurate nelle analisi, date per scontate. Se ne parla nel n. 1/2018 di Rps
24 luglio 2018
di Francesco Gagliardi, Rps
L’emigrazione dei giovani, non compensata da ingressi di uguale livello d'istruzione, diminuisce il potenziale produttivo e aumenta i rischi di non sostenibilità della spesa sociale, soprattutto in un Paese che, come il nostro, è fortemente indebitato
16 maggio 2018
di Stefano Boffo ed Enrico Pugliese, Rps
Il Mezzogiorno torna ad acquistare un ruolo di area fornitrice di forza lavoro necessaria per lo sviluppo delle altre regioni italiane ed europee, allo stesso modo in cui lo aveva svolto mezzo secolo addietro, all'epoca delle grandi migrazioni
11 aprile 2018
di Stefano Cecconi
Negli anni della crisi è tornata a crescere l’emigrazione italiana. Ma quella odierna ha tratti diversi e alcune peculiarità che la rendono ben diversa rispetto al passato. Se ne parla nel n. 4/2017 della Rivista delle Politiche Sociali
13 marzo 2018
di Gilberto Turati, Rps
Ci sono almeno due ragioni oggettive per spiegare il malcontento nei confronti del modello corporativo dello Stato sociale italiano: la prima è la demografia, la seconda il mutamento del ruolo delle donne come soggetto auto-produttore di alcuni servizi
02 marzo 2018
di Marcello Natili, Rps
Le debolezze dei sistemi di protezione ultima nel Sud Europa sono particolarmente accentuate nel caso dell’Italia, il Paese che per il momento investe meno per contrastare il rischio povertà
16 febbraio 2018

X «

#tickEnd-tickBegin#