interruzione di gravidanza
di Simonetta Pento
Il punto della Cgil regionale, dopo il caso della signora che si è rivolta a diverse Ulss per ottenere l'intervento. Il 76% dei ginecologi e l’80% del personale sanitario sono obiettori: "Bisogna risolvere il problema, le donne non vanno lasciate sole"
26 aprile 2017
La Cgil Veneto ha denunciato la gravità della situazione, che vede ben il 76% di obiettori tra i ginecologi operanti, con punte del 100% in alcuni ospedali. Il caso recente della signora padovana respinta da 23 strutture sanitarie prima di poter abortire
23 marzo 2017
Nella regione risulta “obiettore” l’80% dei ginecologi, con situazioni particolarmente gravi a Padova e Belluno
01 marzo 2017
Interruzione di gravidanza. Al San Camillo di Roma assunti ginecologi non obiettori. Cgil: bene Zingaretti. “L’obiezione di coscienza era uno strumento per disapplicare la legge, l’abbiamo denunciato in più occasioni”
22 febbraio 2017
di Federica Buroni
Nelle Marche gli obiettori rappresentano il 67% dei medici, il 51% degli anestesisti e il 43% dei paramedici. La Cgil regionale ha fatto il punto in un convegno ad Ancona. Camusso: "Garantire l'accesso all’Ivg in tutte le strutture pubbliche del Paese"
27 aprile 2016
di Chiara Cristilli
Le donne, l'aborto e i ricatti (foto da internet)
La piena applicazione della legge 194, che consente e disciplina l'interruzione volontaria di gravidanza, è ancora una chimera. Ne pagano le conseguenze le donne, la loro salute, il diritto a veder riconosciuta la loro volontà DI CHIARA CRISTILLI
08 marzo 2013

X «

#tickEnd-tickBegin#