filctem cgil
di Emanuele Di Nicola
Parla il segretario generale della Filctem Cgil, Marco Falcinelli: “Il decreto ha maglie troppo larghe: per esempio continua la produzione di gomme con le auto ferme e i magazzini pieni. E i lavoratori del farmaco sono attualmente a rischio”
23 marzo 2020
"L'elenco delle attività contenute nel decreto è troppo ampio e sta consentendo a tante aziende di tornare indietro rispetto all'ipotesi di sospensione dell'attività. Così si antepone la logica del profitto alla salute dei lavoratori"
23 marzo 2020
Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil scrivono al ministro Patuanelli: "In tutta Italia ci sono migliaia di addetti e decine di imprese interessate dalle attività off shore. Si rischia un impatto drammatico sui livelli occupazionali"
18 febbraio 2020
Soddisfazione dei sindacati dopo il tavolo al Mise. Colla (Cgil): "È emersa con nettezza la volontà governativa di risolvere la partita a livello di politica nazionale. È possibile coniugare sviluppo e tutela ambientale"
27 gennaio 2020
Dopo la presentazione di un piano industriale che prevede 700 posti di lavoro in meno in Italia e la chiusura del sito di Martignacco (Udine), azienda, sindacati e istituzioni si confrontano al Mise. Per la Filctem Cgil servono i contratti di solidarietà
15 gennaio 2020
Interessati 400 mila addetti in circa 46 mila imprese. I sindacati chiedono un aumento di 115 euro medi (terzo livello super) sui minimi tabellari. Grande attenzione al contrasto della violenza di genere e lotta serrata al dumping contrattuale
13 gennaio 2020
Proclamate 12 ore di sciopero nell'unità territoriale di Acri (Cosenza). I sindacati: "Non si può mettere in gioco la sicurezza di un intero territorio solo per scopi puramente finanziari e di diminuzione selvaggia dei costi"
19 dicembre 2019
I sindacati avanzano una richiesta di aumento di 100 euro al livello F per il triennio 19–22. Falcinelli (Filctem Cgil): "Non accetteremo che gli scostamenti inflattivi possano avere impatti sui minimi stabiliti"
05 dicembre 2019
Sindacati preoccupati per il ritardo nell'avvio del progetto Argo-Cassiopea di Eni che rischia di "mandare in fumo 800 milioni di euro di investimento, in grado di dare occupazione a circa 600 persone"
05 dicembre 2019

X «

#tickEnd-tickBegin#