esuberi
Il gruppo bancario ha annunciato le uscite e la chiusura di 450 sportelli entro il 2023. Cifra irricevibile, per i sindacati, che chiedono sia inserita un'assunzione ogni due esodi concordati. Il piano non va, serve un ricambio generazionale
11 febbraio 2020
Fiduccia (Slc): "La tensione è alta perché la situazione è drammatica e peggiora di giorno in giorno. Alla vertenza Almaviva si sommano gli altri esuberi annunciati dall'azienda Abramo. Non è più il settore dei ragazzini, ci sono lavoratori come gli altri
28 gennaio 2020
Filctem-Femca-Uiltec: "Dato il carattere nazionale della vertenza e l’elevato numero di esuberi chiesti dal gruppo, che avranno ricadute devastanti sui territori interessati, Veneto e Friuli Venezia Giulia, riteniamo necessario l’intervento del Mise"
12 dicembre 2019
Superiore all'85% l’adesione allo sciopero. Filcams, Fisascat e Uiltucs richiamano al senso di responsabilità sociale: "Si preservi il patrimonio delle risorse umane". Si riducono a 154 i negozi acquisiti da Conad
30 ottobre 2019
Primo risultato raggiunto: aperto il negoziato in sede locale, che vedrà il primo incontro in azienda il 31 luglio. Si discuterà dei 126 esuberi dichiarati dal marchio dell'intimo di lusso. Riconvocato il tavolo al Mise nella prima settimana di settembre
29 luglio 2019
Rosso (Slc): "Rinnoviamo la richiesta d'incontro al presidente della Regione. Dobbiamo fermare la tragedia che si sta abbattendo sulla storica testata giornalistica e sui lavoratori. Gli appelli alle istituzioni regionali sono rimasti finora inascoltati"
22 luglio 2019
Fulmine a ciel sereno per le lavoratrici e i lavoratori dell'agenzia di viaggi che comunica all'improvviso un esubero quasi totale. D'Agostino (Filcams Cgil): in tutti i precedenti incontri non era mai stato fatto alcun cenno a questa ipotesi
31 maggio 2019
A Bergamo l'incontro con la direzione aziendale, che ha annunciato la svolta. Nel marzo scorso, l’annuncio della delocalizzazione di alcune produzioni in Ungheria: dai 60 iniziali, gli esuberi erano poi scesi a 40. Ora sono stati definitivamente ritirati
09 maggio 2019
Ravasio (Fiom Bergamo): “Prime aperture da parte dell'azienda, che ha fatto un passo indietro su una parte del trasferimento”. Il 20 marzo scorso, l’annuncio della delocalizzazione in Ungheria di alcune produzioni, con una sessantina di esuberi annunciati
09 aprile 2019
Nuova tappa del confronto tra Fim, Fiom e Uilm e azienda. I sindacati riconoscono “significativi passi avanti”, ma restano problemi sugli assetti occupazionali a regime e sulle modalità di utilizzo dei contratti di solidarietà
04 aprile 2019
Ravasio (Fiom Bergamo): "La nostra mobilitazione è contro la delocalizzazione in Ungheria di parte della produzione, decisa dall'azienda: una sessantina gli esuberi annunciati sul totale di 330 dipendenti. La prima astensione dal lavoro si è svolta oggi"
02 aprile 2019

X «

#tickEnd-tickBegin#