elezioni usa
Stati Uniti divisi - foto di seiuhealthcare775nw
Gli elettori con redditi inferiori ai 50mila dollari hanno votato in maggioranza per Obama, quelli con più di 100mila dollari per Romney. L'economia fattore determinante nel voto. New York Times: con Obama vincono politiche per crescita economica
07 novembre 2012
di D.O., Scalo internazionale
Il mondo del lavoro sceglie Obama per sopravvivere
La politica del lavoro dell'amministrazione Democratica è stata ambigua e contrastante, piena di alti e bassi. Ma le Unions non hanno dubbi: "Se vinceranno i Repubblicani, semplicemente non ci sarà più un movimento dei lavoratori"
05 novembre 2012
di rassegna.it
Obama contro Romney all'ultimo voto - Foto geekgirl24, da Flickr
Gli Usa scelgono il prossimo presidente. L'election day sarà testa a testa, Obama leggermente avanti nei sondaggi ma contano i grandi elettori. Risultati il 7 novembre. Una lunga campagna elettorale: dalla crisi alla disoccupazione, dalle armi alla Siria
05 novembre 2012
di rassegna.it
Duello Tv, stavolta vince Obama
La rivincita del presidente contro Romney nel secondo dibattito televisivo. Barack aggressivo, molte scintille. Al centro lavoro ed energia. Romney: "Con lui finiremo come la Grecia". Obama: "Ha un solo punto in programma: abbassare le tasse ai ricchi"
17 ottobre 2012
di rassegna.it
Obama: serata storta, ma la corsa non cambia
Il presidente: "Il dibattito Tv non è stata la mia serata. Ma Romney è andato molto oltre per nascondere le sue reali posizioni". Sondaggi: il repubblicano avanza negli Stati chiave, Virginia a Romney, Ohio a Obama. Ma resta alto il margine d'errore
11 ottobre 2012
di rassegna.it
La lobby delle armi si schiera con Romney
Il candidato repubblicano: "Quello di portare armi è un diritto fondamentale degli individui". La National Rifle Association (Nra) lo "ripaga" scendendo in campo a suo favore. La lobby sostiene tradizionalmente i conservatori
05 ottobre 2012
di Alessandro Coppola
autore:  tonx, da flickr
Il presidente designato intende concentrarsi subito sulle questioni economiche. L'idea è di un primo intervento di cento miliardi di dollari che dovrebbe includere un aumento delle indennità di disoccupazione e delle tessere alimentari. Bush firmerà?
07 novembre 2008
di Frank Barretti
A chiederselo non è un pretino della contestazione ma il vice presidente dei vescovi americani, nero anche lui: fu Giovanni XXIII a "far entrare aria nuova nelle sacre stanze". Poi vennero gli altri e "ora siamo pronti". L'impatto di Obama in Vaticano
06 novembre 2008

X «

#tickEnd-tickBegin#