disoccupazione
Miceli (Cgil) a RadioArticolo1: “I dati ci danno in recessione. Chi governa deve favorire le condizioni per lo sviluppo e le aziende hanno bisogno di investire. La priorità del prossimo esecutivo dev'essere questa, altrimenti non ci sarà nessuna svolta"
30 agosto 2019
L’Istituto di statistica diffonde i dati di luglio: tasso in aumento dello 0,1% rispetto a giugno. Crescono anche i giovani in cerca di lavoro: 28,9% (+0,8 punti su giugno). Diminuiscono i lavoratori dipendenti, aumentano i precari
30 agosto 2019
La confederazione: in un anno questo governo è riuscito a portare l'economia italiana prima in recessione e poi in stagnazione. Anche il mercato del lavoro, nonostante i dati apparentemente positivi, continua a non godere di buona salute
31 luglio 2019
Nidil Cgil ha realizzato uno studio su un campione di 494 ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni. Alla domanda su quale sia il problema più grande per Taranto, l’80% degli intervistati risponde la disoccupazione
13 febbraio 2019
L’Istituto di statistica registra un aumento di 0,2 punti su base mensile. Cresce anche il dato giovanile, che arriva a quota 32,5%. Diminuzione degli indipendenti e dei dipendenti a termine, con segno negativo dopo sette mesi di crescita
30 novembre 2018
Sgalla: “Dobbiamo cogliere subito le potenzialità e inserirle in un progetto complessivo, prima che la congiuntura economica cambi di nuovo. Negli ultimi dieci anni abbiamo perso oltre sedici punti di Pil, mentre la disoccupazione è quasi raddoppiata”
20 novembre 2018
Torna a crescere il numero dei senza-lavoro (arrivato al 10,1 per cento). L'Istat certifica anche il calo dell'occupazione (persi 34 mila posti), che inverte il dato positivo di agosto. Scacchetti (Cgil): drammatico il dato che riguarda i giovani
31 ottobre 2018
L'analisi: tra i giovani il tasso di occupazione cala del 9,3% negli ultimi 10 anni. Meno occupati, più disoccupati, più inattivi. Fammoni: “Manca lavoro di qualità e quantità adeguate”. Scacchetti (Cgil): “Servono investimenti pubblici e privati”
08 ottobre 2018
I dati relativi al mese di marzo descrivono un incremento del lavoro che è tutto al maschile. Calano invece i lavoratori dipendenti con contratti stabili. Federconsumatori: “Dimezzando la disoccupazione si avrebbero 40 miliardi in più per i consumi”
02 maggio 2018

X «

#tickEnd-tickBegin#