bce
di Riccardo Realzonzo
Vi sono differenze radicali nel finanziamento delle politiche da parte della Bce, con titoli di debito comune o col Mes. Senza la Banca centrale europea o gli eurobond il debito italiano schizzerà in alto, in uno spazio di difficilissima sostenibilità
15 aprile 2020
di Fulvio Fammoni
L’emergenza è enorme e reale, tutti ne parlano e assumono decisione immediate, se le istituzioni continentali non fossero in grado di farlo, il percorso è segnato
03 aprile 2020
di Giuseppe Travaglini
Solo l'intervento pubblico può aiutarci a ridefinire il nostro modello di sviluppo. Le politiche fiscali, industriali e persino sanitarie non possono, nel cortocircuito globale che stiamo vivendo, rimanere prerogativa dei singoli Stati nazionali
01 aprile 2020
di Simona Ciaramitaro
Nessun accordo tra gli Stati membri. Italia, Francia e Spagna da una parte e Germania dall’altra. Tutto rimandato tra due settimane. Ma la recessione economica non aspetta
27 marzo 2020
di Simona Ciaramitaro
Per l’economista Emiliano Brancaccio non basta che la Bce disponga 750 miliardi per fare fronte alla crisi da Covid-19, “serve che ci sia un piano concordato tra tutti i Paesi europei per definire come il denaro sarà utilizzato”
21 marzo 2020
di Riccardo Sanna
Occorre una politica economica condivisa per affrontare l’emergenza sui mercati e le economie nazionali. La Commissione europea ha promesso ogni appoggio all’Italia. Ma le parole di Lagarde (Bce) vanno in un’altra direzione. Si deve fare di più
13 marzo 2020
Secondo l'istituto la causa è la moderazione salariale indotta dalla crisi e la disoccupazione rimasta su livelli elevati
09 agosto 2018
Megale: "Tutelare l'occupazione, no a licenziamenti o uscite coercitive"
04 ottobre 2016
Sanna (Cgil) a RadioArticolo1: "Da tempo diciamo che non si può più contare sulla domanda estera, per tanti anni traino della crescita precrisi. Al di là della propaganda dell'esecutivo il paese non si riprende, si rischia una grande stagnazione"
05 luglio 2016
Barbi (Cgil) a RadioArticolo1: “La situazione sta arrivando a punti critici strutturali: l’unico Paese che continua a trarne benefici è la Germania. Dobbiamo puntare su un'economia espansiva e su una maggiore integrazione politica fra gli Stati"
28 aprile 2016
di Marcello Minenna
Il programma d'acquisto di obbligazioni corporate della Bce prova ad aprire un secondo canale alternativo alle banche. Ma la piccola manifattura continuerà a dover confrontarsi con un sistema diffidente nel concedere credito
22 marzo 2016
"Ormai è evidente la necessità di investimenti pubblici senza i quali non cresceranno significativamente quelli privati"
10 marzo 2016
Durante (Cgil) a RadioArticolo1: "Il tema che Renzi dovrebbe porre a Bruxelles è la ridefinizione dei trattati e la governance dell'economia e della moneta, che acquista un valore sempre più alto: se non lo si affronta, l'Ue rischia la disintegrazione"
04 febbraio 2016

X «

#tickEnd-tickBegin#