La prima docu-fiction della cinematografia italiana fu girata in fabbrica. Era il 1969. “Apollon, una fabbrica occupata” fu realizzato da Ugo Gregoretti nei capannoni della tipografia romana. E rimase nella storia
"Apollon una fabbrica occupata" fu il secondo esperimento di un nuovo cinema sociale teorizzato da Cesare Zavattini negli anni ’60. Oggi, a 40 anni da quella esperienza, la rivoluzione digitale riporta in auge l'idea zavattiniana
Quando i metalmeccanici sfilavano tutti insieme. Il timore delle provocazioni, i comizi di Trentin, Benvenuto e Macario. “Erano in centomila, i romani non avevano mai visto tanti operai in una sola volta”
  • La prima docu-fiction della cinematografia italiana fu girata in fabbrica. Era il 1969. Ecco la storia di "Apollon una fabbrica occupata", il film simbolo dell'autunno caldo. Per acquistare il film: r.trecca@rassegna.it
  • La prima docu-fiction della cinematografia italiana fu girata in fabbrica. Era il 1969. Ecco la storia di "Apollon una fabbrica occupata", il film simbolo dell'autunno caldo. Seconda parte
  • La prima docu-fiction della cinematografia italiana fu girata in fabbrica. Era il 1969. Ecco la storia di "Apollon, una fabbrica occupata", il film simbolo dell'autunno caldo. Terza parte
di Giovanni Rispoli
Intervista all’autrice di “Dita di dama”, storia di un’operaia degli anni 70. “Le dita di dama fabbricavano televisori. Oggi le donne sono invece dall’altra parte, dentro la tv, il corpo offeso non più dalla fabbrica ma dal consumo televisivo”
Un convegno per raccontare i rapporti tra lotte sindacali e produzione intellettuale dal 1968 ad oggi. Lo spunto è il film-manifesto di quella stagione, girato in fabbrica da Ugo Gregoretti. Cerami: "Il lavoro è cultura"
Il 23 agosto del 2007 moriva a Roma all’età di 81 anni l’ex segretario generale della CGIL, Bruno Trentin. In questa galleria alcune immagini tratte dall'archivio fotografico della Cgil

X «

401