sanità
Il segretario della Cgil Puglia Pino Gesumundo: "Esistono due Italie, una di serie A e una di serie B. Serve un intervento governativo, altrimenti siamo pronti a manifestare anche una volta al mese davanti alle sedi istituzionali"
12 dicembre 2018
di Gavino Maciocco, Rps
foto @marceloleal80 / unplash.com
Nel nostro Paese la demolizione del servizio pubblico si fonda sul definanziamento del settore e sulla promozione del “secondo pilastro” assicurativo privato. Un disegno reso molto più pericoloso dall’assenza di qualsiasi resistenza a “sinistra”
12 dicembre 2018
Cgil, Cisl e Uil scendono in piazza per denunciare la grave situazione del Ssn in Puglia. "Servono più risorse", spiegano i sindacati: "Il diritto alle cure e l'accesso alle prestazioni sociali è compromesso. Prevale la logica dei numeri, non la qualità"
12 dicembre 2018
“Chiederemo un cambio di passo”. Manifestazione dalle 9.30 sotto la sede della giunta regionale
11 dicembre 2018
Si ipotizzerebbe una diversificazione su base regionale
10 dicembre 2018
Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl Basilicata esprimono le loro forti preoccupazioni per il futuro dei dipendenti dell’istituto sanitario lucano, ancora in attesa di una ricollocazione lavorativa. Una situazione drammatica, che si protrae ormai da oltre un anno
06 dicembre 2018
Flash mob e volantinaggio al Policlinico di Bari: al via una settimana d'iniziative che si concluderà il 12 dicembre con una manifestazione unitaria. "La situazione è grave" denunciano Cgil, Cisl e Uil: "Prevale la logica dei numeri, non la qualità"
06 dicembre 2018
Dettori (Cgil) a RadioArticolo1: “La ministra Grillo non ci ascolta, e nella manovra non c'è alcun finanziamento del sistema nazionale. Il governo punta deciso sul privato, ma su questo fronte ci opporremo allo strenuo. Non passeranno”
05 dicembre 2018
Radiato dall'Ordine dei medici per avere deciso la presenza dei soli infermieri dentro i mezzi di soccorso
03 dicembre 2018
di Daniela Pistis
ricerca biologia
La storia di Valentina Loi, biologa all'ospedale Binaghi di Cagliari. Dopo anni di Co.co.co, assurde regole la costringono ad aprire e chiudere a ripetizione la partita Iva. Il fisco se n'è accorto, ma la sanità pubblica non può metterla in regola
29 novembre 2018

X «

#tickEnd-tickBegin#