salari
di Fabrizio Ricci
Nei Paesi dell'Est Ue i lavoratori guadagnano meno della metà di quelli dell'Ovest. Un gap che nella crisi si è ulteriormente allargato. Per la Ces, il sindacato europeo, è ora di porre rimedio, in gioco c'è la coesione sociale di tutta l'Unione
31 agosto 2017
Una ricerca dell'istituto Lab della Fisac Cgil evidenzia che dal 2007 le retribuzioni medie sono diminuite, con una perdita mensile di 75 euro. Crescono invece le disuguaglianze: vengono pagati meno i lavoratori del Sud, le donne, i giovani e i precari
26 luglio 2017
I sindacati: "È inaccettabile l'immobilismo dei vertici politici della Difesa verso le istanze dei 27.000 dipendenti, che riguardano le pessime condizioni lavorative e la gravissima contrazione economica che si è abbattuta sulla congruità dei loro salari"
20 febbraio 2017
Cgil e Uil: "È inaccettabile l'immobilismo dei vertici politici della Difesa verso le istanze dei 27.000 dipendenti, che riguardano le pessime condizioni lavorative e la gravissima contrazione economica che si è abbattuta sulla congruità dei loro salari"
20 febbraio 2017
Dal 19 dicembre, il sindacato distribuirà migliaia di cartoline, chiedendo - con volantino bilingue - a turisti italiani e stranieri di firmarle e restituirle ai banchetti Fiilea. Tutto il materiale verrà raccolto e spedito al ministero dei Beni culturali
16 dicembre 2016
Boni: "In apertura del confronto negoziale, aveva dichiarato l'esatto opposto alla nostra delegazione trattante unitaria, sottolineando perdipiù, come le retribuzioni del nostro settore siano tra le più basse sul mercato”
29 novembre 2016
Il 12 novembre manifestazione con sit-in di protesta davanti al punto vendita di via Libertà
11 novembre 2016
di Carlo Caldarini
Gli aumenti più vistosi si sono registrati in Romania (più 12%), Lettonia (più 9,5%) e Bulgaria (più 7,3%). Il nostro è l’unico Paese dove il dato si riduce regolarmente e sistematicamente in tutte le rilevazioni trimestrali, da giugno 2015 a oggi
16 settembre 2016
di Maurizio Franzini, Elena Granaglia, Michele Raitano, www.eticaeconomia.it
Lascia perplessi la tesi sostenuta da Boeri, Ichino e Moretti secondo la quale, tenendo conto del più basso costo della vita, bisognerebbe decurtare i salari nominali nel Mezzogiorno. La realtà è molto più complessa e spinge a cercare soluzioni diverse
28 luglio 2016
Martini (Cgil): "Per farlo sono necessarie due condizioni: far ripartire l'economia, producendo nuova ricchezza con investimenti pubblici e privati, rilanciare l’economia interna, sostenendo i salari di chi lavora e le pensioni. Rinnovare i ccnl scaduti"
17 giugno 2016
di Roberto Romano
La riduzione dell’orario di lavoro è più accentuata dove è più alta la spesa in ricerca e sviluppo. Non è un caso che il decremento fatto registrare dall’Italia tra il 1991 e il 2012 sia più basso di quelli di Francia, Germania e Giappone
02 febbraio 2016
Il segretario Cgil intervistato da Repubblica respinge l'ipotesi di un intervento del governo sulle regole contrattuali: "Indebolire la contrattazione collettiva in questa fase, per esempio con il salario minimo, porta a un futuro di povertà diffusa"
08 ottobre 2015
Salari fermi dal 1993 a oggi (foto di Darrren Hester da flickr)
La Fisac Cgil, il sindacato del credito, presenta un Rapporto a 22 anni dal Protocollo di luglio. Serve un patto con al centro crescita e eguaglianze. I contratti hanno difeso il salario dall'inflazione, ma il fisco è troppo pesante
23 luglio 2015

#tickEnd-tickBegin#