roberto romano
di ​Massimo Balzarini e Roberto Romano
Si osserva un impoverimento del lavoro in generale, di cui le donne storicamente sono le principali “vittime”, e che sta interessando anche gli uomini. Il saldo delle assunzioni a tempo determinato passa da 84.382 del 2015 a 177.500 del 2017
29 maggio 2018
Roberto Romano a RadioArticolo1: “Le proposte di riforma avanzate in campagna elettorale erano inattuabili. Bisogna ridistribuire il reddito, allargando la base imponibile e producendo valore aggiunto”
04 maggio 2018
di Guglielmo Forges Davanzati
“Squilibrio” di Roberto Romano e Stefano Lucarelli prova a destituire di fondamenta il discorso dominante a partire dal metodo. Un nuovo intervento attivo dello Stato che non sia meramente relegato a interventi di sostegno della domanda nel breve periodo
23 gennaio 2018
Roberto Romano a RadioArticolo1: "La logica degli incentivi del governo è assai squilibrata. Entra in gioco anche l'arretratezza del sistema imprenditoriale". Sanna (Cgil): con questo passo impossibile recuperare l'occupazione perduta
10 novembre 2017
di Roberto Romano e Riccardo Sanna
Dal lato della coerenza bisogna migliorare molto. I contratti meritavano più attenzione, si prorogano gli incentivi a pioggia, si riducono le imposte sui profitti delle imprese: resta insomma aperto il problema della politica economica dell'attuale governo
08 novembre 2016
di Roberto Romano
Senza un’adeguata diagnosi della crisi nella crisi dell’Italia, il Pil nazionale rimarrà strutturalmente diverso – non solo più basso – rispetto a quello medio europeo. Alla base di un trend che dura da anni, il "che cosa e il come" si produce
14 settembre 2016
di Roberto Romano
L’assenza in tutte le fasi di creazione del valore nel settore pregiudica la capacità di concorrere alla realizzazione del nuovo paradigma tecno-economico. L’effetto? Il lavoro buono non sarà di casa nel nostro Paese, salvo che per le attività marginali
01 giugno 2016
di Roberto Romano
Sebbene sia rappresentata come uno dei quattro motori dell’Europa, la crescita della regione rimane significativamente più contenuta della media dei Paesi Ue. Produzione industriale e andamento dell’occupazione ancora distanti dai livelli del 2008
23 febbraio 2016
di Roberto Romano
La riduzione dell’orario di lavoro è più accentuata dove è più alta la spesa in ricerca e sviluppo. Non è un caso che il decremento fatto registrare dall’Italia tra il 1991 e il 2012 sia più basso di quelli di Francia, Germania e Giappone
02 febbraio 2016
di Roberto Romano
L’uscita dalla recessione tecnica è l’esito delle politiche adottate dalla Bce, che hanno permesso un parziale deprezzamento dell’euro e la riduzione dei tassi di interesse sui titoli pubblici
13 ottobre 2015

X «

#tickEnd-tickBegin#