parlamento ue
Calosi: "Non si capisce perché, a fronte di richieste di nuovi volumi produttivi, non si confermano i 23 lavoratori interinali e si manda il lavoro in Slovacchia o in Romania. Nei prossimi giorni, assieme a Fim e Uilm, solleciteremo un incontro al Mise"
06 giugno 2018

X «

#tickEnd-tickBegin#