occupazione
Domenica 22 aprile si vota per le regionali. Del Fattore (Cgil) a RadioArticolo1: "Un appuntamento importante per un territorio dall'economia fragile, alla disperata ricerca di lavoro e con annose carenze infrastrutturali"
19 aprile 2018
di Danela Freddi, ERE
Nel 2017 l’edilizia ha generato il 4,5% del valore aggiunto italiano e rappresentato il 6,1% dell’occupazione. Tuttavia, il settore ha subito un significativo ridimensionamento rispetto al periodo pre-crisi. L’Emilia-Romagna nel contesto nazionale
05 aprile 2018
Scacchetti: "È ancora troppo poca l’occupazione, e quella che c’è spesso è debole, precaria, povera”
04 aprile 2018
Boom di partite iva e collaborazioni. Deleonardis (Cgil Bat): “Serve una strategia per lo sviluppo del territorio, altrimenti nella crescita sempre ombre”
28 marzo 2018
Ore lavorate e unità di lavoro crollano rispetto al 2008. È quanto emerge dal rapporto “Lavoro: qualità e sviluppo” della Fondazione Giuseppe Di Vittorio. Negli ultimi 5 anni sono aumentati part-time involontari e assunzioni a tempo determinato
17 marzo 2018
di Angelo Summa, Giovanni Casaletto
In media la regione perde complessivamente circa 4.100 occupati, in gran parte donne. I numeri più importanti e preoccupanti si registrano nelle classi di età inferiori. Serve una strategia di lungo respiro
16 marzo 2018
Pagliaro (Cgil Sicilia): siamo lontani ancora da una ripresa effettiva, che ci rimetta almeno al passo con gli anni pre-crisi
15 marzo 2018
Altri 3 mila posti di lavoro persi nel 2017. Segno meno per il lavoro autonomo, solo parzialmente compensato dal lavoro dipendente che torna a crescere, in particolare nell’industria manifatturiera, ma è soprattutto lavoro precario
15 marzo 2018
Fammoni (FdV) a RadioArticolo1 sui dati Istat e Bankitalia: "Gli occupati crescono, ma sono tutti a tempo. L'aumento maggiore è per i contratti che non superano i sei mesi. Il reddito non sale per tutti, una famiglia su quattro rischia la povertà"
15 marzo 2018
di Leonello Tronti, Eticaeconomia
La grande recessione non ha mutato soltanto i rapporti sociali, ma anche il modo stesso di intendere il lavoro. Di conseguenza, per misurare correttamente le sue evoluzioni, la statistica ufficiale deve adeguare le proprie tecniche
15 marzo 2018
Ricci: "I dati Istat 2017 fanno ben sperare. In un anno recuperati 6.000 posti di lavoro, ma ne mancano 14.000 rispetto al 2012, quando gli occupati erano 160.313. In sei anni occupati crollati dell'8,5, quasi il triplo in più rispetto alla Regione"
14 marzo 2018
In un anno sono stati persi 6.469 posti di lavoro, un dato in controtendenza rispetto al Nord. Tracollo dell'impiego autonomo. In positivo solo l'industria, male l'agricoltura e il turismo. Cgil: "Così sono a rischio soprattutto i giovani"
13 marzo 2018
Summa (Cgil): "Al Sud si concentrano le diseguaglianze. La ripresa occupazionale ha tagliato fuori giovani e Mezzogiorno, si moltiplicano precariato e part time involontario, che hanno causato un abbassamento generale della qualità del lavoro"
02 marzo 2018

X «

#tickEnd-tickBegin#