ires cgil
Il 30% dei contratti ha una durata media di 1,4 giorni
23 gennaio 2018
L'elaborazione dell'Ires regionale sui dati del ministero: 948 lavoratrici e lavoratori hanno lasciato l'impiego alla nascita di un figlio nel corso del 2016. Occupazione e maternità restano difficilmente conciliabili. L'identikit delle persone coinvolte
19 dicembre 2017
Capoluogo e comuni limitrofi hanno perso il 7% di occupati tra il 2008 e il 2016, sono quasi 7mila unità. Solo la fascia appenninica nella regione è andata peggio
10 novembre 2017
Nel secondo trimestre 2017 il numero degli occupati nella regione è sceso a 607 mila unità e cioè oltre 24 mila in meno rispetto allo stesso periodo del 2016. Santarelli (Cgil): "Criticità ormai strutturali, serve un diverso progetto di sviluppo"
13 settembre 2017
di Fabrizio Ricci
Presentato il rapporto di Ires e Fillea Cgil sulle caratteristiche edili del cratere umbro prima e dopo il sisma. Piccoli comuni a forte rischio spopolamento
04 settembre 2017
L'ultima analisi dell'Ires Cgil evidenzia che nei primi 4 mesi del 2017 nella regione i contratti stabili rappresentano solo il 12,2% degli avviamenti, mentre esplode il lavoro precario (+47% di contratti a termine)
26 giugno 2017
Presentata anche una ricerca sull'occupazione femminile in Umbria: le lavoratrici occupate nel 2015 sono 158.274 e sono diminuite dell’1,1% dal 2008
10 novembre 2016
Cgil: nei primi sette mesi di quest'anno nella regione crollano le assunzioni a tempo indeterminato. Le aziende hanno assunto 79 mila persone, il 10,7% in meno rispetto allo stesso periodo del 2015, per la maggior parte (il 76,8%) con contratto a termine
23 settembre 2016
Tutti gli indicatori dei conti economici e del mercato del lavoro indicano una perdita di potenziale di crescita. La piccola ripresa non equivale a un uscita dalla crisi. Ecco il quadro economico delle dieci province nei dati elaborati dall'Ires regionale
03 agosto 2016

X «

#tickEnd-tickBegin#