inail
I dati diffusi dall'istituto sul periodo da gennaio a settembre mostrano un aumento degli incidenti mortali in Italia. In crescita anche gli infortuni complessivi. Coinvolti soprattutto gli ultra 55enni, molto più al Nord che al Centro o al Sud
30 novembre 2017
Già 86.614 casi nella regione, +2,1% rispetto al 2016. 94 i morti, contro gli 80 dello scorso anno. Oltre 400 Rls riuniti a Milano da Cgil, Cisl e Uil per rilanciare l'esigenza di un'efficace, partecipata e diffusa attività di prevenzione
23 novembre 2017
Rinnovo del contratto, ripartizione del Fondo per l'operatività del soccorso pubblico, nuove assunzioni e stabilizzazione del personale discontinuo: queste le richieste della Fp Cgil. Manifestazione a Roma
17 ottobre 2017
di Lisa Bartoli, Esperienze
A più di 50 anni dal suo varo, il Testo Unico per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali ha bisogno di un aggiornamento. Rampi, presidente uscente del Civ Inail: “Il ruolo chiave della prevenzione”
29 settembre 2017
La denuncia della Fiom Milano
06 settembre 2017
di Lisa Bartoli, Inca Esperienze
I numeri dell’ultimo Rapporto non dicono molte cose. Parlano di un generico ridimensionamento del fenomeno. Ma l’azione ispettiva dell’Inail si è fermata a 20mila visite su oltre tre milioni di posizioni. L’attenzione sugli infortuni si è “anestetizzata”
14 luglio 2017
Il 13 aprile incontro Fp Cgil su #ilnostrolavoro. A Roma, in via Ciro Il Grande, con i direttori generali di Inps, Inail e Inl, chiude Sorrentino
10 aprile 2017
Inca, Inas, Ital e Acli sottoscrivono un patto di tre anni con l'istituto. "Impegno costante delle parti firmatarie per contribuire in maniera sistematica e significativa alla riduzione del fenomeno infortunistico"
15 luglio 2016
Le tragedie in poche ore. Fillea: "Il governo rafforzi subito il sistema ispettivo e le sanzioni, introducendo il reato di omicidio sul lavoro. Realizzare un sistema premiale che estrometta dal mercato le imprese che non rispettano le regole e il lavoro"
30 giugno 2016
di Giuseppe Casadio
Ricerca esasperata di maggior produttività, frammentazione dei cicli produttivi, ampio ricorso ad appalti e subappalti, scarsa attenzione alla formazione ai rischi: sono queste le principali motivazioni della drammatica crescita delle vittime sul lavoro
11 marzo 2016

#tickEnd-tickBegin#