economia
di Dario Guarascio, Marco Centra, Eticaeconomia
L’Italia è (tecnicamente) uscita dalla recessione. Mettendo però a confronto Pil, occupazione, ore lavorate, salari e produttività, emergono fragilità strutturali che consigliano cautela
19 ottobre 2017
Aveva 86 anni ed era stato presidente di Telecom e Consob. Tra i massimi esperti di diritto societario in Italia, non lesinava critiche alla globalizzazione senza regole. Fu chiamato in Fgci dopo Calciopoli
21 agosto 2017
Balzarini (Cgil): "La crescita del Pil è inferiore al dato nazionale e nonostante il miglioramento si trova ancora 6 punti sotto il livello del 2007, a conferma che la crisi ha causato danni non ancora recuperati". Cresce a dismisura il part-time
25 luglio 2017
di Fausto Durante
Il sindacato internazionale ha presentato ai ministri dell'Ocse le proposte per uscire dalla crisi. Basta con l'austerirty e intervento dello Stato in economia. Fondamentale il ruolo della contrattazione collettiva. I salari devono tornare a salire
08 giugno 2017
È quanto emerge dai dati dell'Osservatorio della Cgil su economia e lavoro. Preoccuopa il dato occupazionale che presenta un incremento del 20 per cento del lavoro non dipendente e una contrazione dello 0,2 per cento del lavoro dipendente
12 aprile 2017
Sanna (Cgil) a RadioArticolo1: "Per ridurre il gap salariale bisogna certificare le competenze, garantire progressioni di carriera, costruire un sistema non basato sullo sfruttamento. L'austerità dei governi colpisce soprattutto la componente femminile"
15 marzo 2017
di Roberto Romano
La via giuridica adottata dal sindacato con la Carta dei diritti e con i quesiti su appalti e voucher è l’altra faccia della medaglia della via economica che sarebbe necessaria per affrontare correttamente la crisi che attraversa il lavoro
28 febbraio 2017
Fammoni (Fondazione Di Vittorio) a RadioArticolo1: "Quello che colpisce nel report del Fmi è che l'Italia cresce cinque volte meno degli altri Paesi". Manovra aggiuntiva: "Non sottrarre risorse a sviluppo e famiglie"
17 gennaio 2017
di Jacopo Formaioni
Un modello dove le prestazioni stabili sono azzerate e di conseguenza i contratti a tempo indeterminato non sono praticamente contemplati, mentre l’offerta di attività, prodotti o servizi, avviene solo “on demand”
23 dicembre 2016
di Roberto Romano
La mancata soluzione della crisi, sostiene nel suo libro Salvatore Biasco, ha in particolare un responsabile: la socialdemocrazia, che ha da tempo rinunciato al proprio fondamentale compito storico, prefigurare un modello alternativo a quello dominante
21 dicembre 2016
di Alessio Gramolati
Siamo convinti che solo un grande processo di partecipazione democratica potrà mettere la rivoluzione in atto al servizio dell’uomo e dei suoi bisogni. Una possibile risposta al deficit di competitività europeo e, in particolare, italiano
24 ottobre 2016
di Francesco Morosini, Ytali
Il problema di crescita dell’Italia è in gran parte interno. Il nostro capitalismo è capace di creare dei gioielli d’industria, ma vi sono molti fattori – fiscali, vincoli burocratici, poca ricerca e sviluppo – che bruciano la sua competitività
18 ottobre 2016
Lo rivela lo studio “Lavoro e capitale negli anni della crisi”, realizzato dalla Fondazione Di Vittorio Cgil. Un declino da attribuire non alle dinamiche retributive, ma alla riduzione di investimenti, ricerca e innovazione
08 ottobre 2016
A nove anni dall’inizio della crisi è evidente la debolezza strutturale dell’attuale sistema capitalistico, mentre il commercio mondiale registra livelli inferiori al 2015. Il punto della Cgil nell’ottavo numero dell’Almanacco dell’economia
07 ottobre 2016

#tickEnd-tickBegin#