deliveroo
di Jacopo Formaioni
Con la diffusione delle piattaforme digitali, badare ai bambini è diventato più redditizio e le opportunità si sono ampliate. Ma in altri “lavoretti” della gig economy la situazione è diversa: stress, controlli, poche tutele e paghe basse
18 aprile 2018
di Maurizio Minnucci
Selezioni che avvengono tramite meccanismi oscuri, paghe bassissime, diritti assenti: così si espande la gig economy. A questi lavoratori sfruttati si sta cercando di dare una risposta. Intervista a Gramolati (Cgil): la chiave è nella contrattazione
07 dicembre 2017
di Jacopo Formaioni
Amazon, Uber, Foodora si avvalgono del lavoro digitale per abbattere i costi della manodopera. Ma anche attività immateriali, come il giornalismo o il web design, fanno ricorso a cottimo, paghe basse e versamenti previdenziali insufficienti o inesistenti
17 novembre 2017

X «

#tickEnd-tickBegin#