crescita
di Giuliano Guietti e Davide Dazzi, Ere
L’annuale rapporto dell’Ires regionale sull’economia e il lavoro. Si conferma il ruolo trainante della manifattura, in particolar modo delle esportazioni, ma la composizione degli occupati sta subendo una profonda trasformazione
30 ottobre 2017
Fracassi-Scacchetti: "Per crescita inclusiva servono investimenti, coesione, diritti"
22 giugno 2017
di Fausto Durante
Il sindacato internazionale ha presentato ai ministri dell'Ocse le proposte per uscire dalla crisi. Basta con l'austerirty e intervento dello Stato in economia. Fondamentale il ruolo della contrattazione collettiva. I salari devono tornare a salire
08 giugno 2017
Sanna (Cgil) a RadioArticolo1: "Le risorse a disposizione di una politica di investimenti sono esigue, mentre si ritiene necessario un ulteriore abbattimento delle tasse per le aziende sostanzialmente generalizzato e quindi inefficace”
08 settembre 2016
di Stefano Sylos Labini
Il neopresidente di Confindustria Vincenzo Boccia dovrebbe sapere che la crescita quantitativa non può procedere all’infinito, in specie nei Paesi avanzati. Di qui la necessità di investimenti, pubblici e privati, in ricerca, formazione e innovazione
24 giugno 2016
Nuova previsione dell'istituto di statistica. Nel 2016 la crescita dovrebbe essere dell'1,4%
05 novembre 2015
La stima è degli istituti di statistica Istat, Insee e Ifo, nell'ipotesi che l'evoluzione della crisi greca non produca effetti significativi sulla stabilità dell'Eurozona
07 luglio 2015
di Paolo Ramazzotti*
foto mammal, da Flickr
Un miglioramento, comunque, c’è stato. Va da sé che un po’ di crescita è meglio che niente, ma occorre chiedersi se abbia senso accalorarsi per questa circostanza. Proviamo a riflettere sulla sua rilevanza DI PAOLO RAMAZZOTTI
11 giugno 2015
di Roberto Romano
Crescita e recessione: lineamenti dell’imponderabile (Foto Bernard Rose, da Flickr)
Siamo davvero fuori dalla crisi? Il dibattito odierno sembra propendere per il sì, ma il nodo non è l'uscita dalla crisi "tecnica", quanto da quella "strutturale". E una ripresa basata solo sull'export non può reggere DI ROBERTO ROMANO
16 febbraio 2015
Bce: frena ancora la ripresa nell'Eurozona (foto di etireno da flickr)
Tagliate le stime di crescita per il 2014 e il 2015. A pesare, secondo la banca centrale, sono "la disoccupazione elevata, la cospicua capacità produttiva inutilizzata e gli aggiustamenti di bilancio necessari nei settori pubblico e privato"
13 novembre 2014
di Paolo Leon
E' impressionante la continuità europea delle politiche economiche conservatrici. La nuova Commissione di Juncker si muove nel solco di una sostanziale continuità con il passato DI PAOLO LEON
26 settembre 2014

#tickEnd-tickBegin#