arcelor mittal
Oceano (Filctem): "Grande soddisfazione per questo risultato”
06 settembre 2018
"Serve visione di sistema per settore. Governo agisca"
20 luglio 2018
Landini-Re David (Cgil-Fiom): "Imprescindibili l’assenza di licenziamenti e garanzie per i lavoratori diretti e dell’indotto, certezza degli investimenti per le migliori tecnologie produttive e avvio di un processo di bonifica aziendale e del territorio"
09 luglio 2018
Landini: "Calenda deve spiegare perché non si è mai svolta una vera trattativa e quali sono le ragioni che hanno impedito di far conoscere al sindacato i termini reali della cessione dell'Ilva a Mittal"
11 maggio 2018
La Fiom Cgil al tavolo ministeriale con Arcelor Mittal ribadisce la condizione fondamentale per uno sbocco positivo della vertenza: l'assunzione da parte della nuova proprietà di tutti i 14 mila lavoratori in forza alle condizioni attuali
13 aprile 2018
Si è svolto l'incontro al ministero. Le tute blu della Cgil: "L'ipotesi aziendale determinerebbe per i lavoratori una perdita di 4-5 mila euro all'anno, condizione per noi irricevibile". Il 13 aprile si attende uno schema dettagliato sulla parte economica
11 aprile 2018
Nuovo incontro a Roma tra governo, Arcelor Mittal e sindacati. L'azienda ribadisce il contratto firmato con l'esecutivo: 4 mila esuberi e discontinuità dei rapporti di lavoro. Per la Fiom, invece, tutti "i 14 mila dipendenti devono essere occupati"
11 aprile 2018
Dopo l'incontro con governo e Arcelor Mittal il giudizio della Fiom Cgil è negativo: "Senza una modifica del contratto firmato dall'esecutivo con l'azienda non ci sono le condizioni per poter raggiungere un accordo"
04 aprile 2018
di Massimiliano Martucci
Il cambiamento, la tutela della salute di tutti, può partire solo dalla fabbrica. Il 20 dicembre riparte la trattativa anche grazie al riuscitissimo sciopero generale. I 4 mila esuberi dichiarati da Arcelor Mittal sono stati una falsa partenza
19 dicembre 2017
Landini: la strada da seguire è il confronto. Proseguano sia la trattativa con Arcelor Mittal, sia il tavolo sull’Accordo di programma di Genova che quello territoriale in Puglia sulla questione ambientale. Fiom: inopportuna la mossa di Emiliano
29 novembre 2017
Due i limiti: il mancato ricorso alla conferenza dei servizi e il non aver inserito la valutazione del danno sanitario. Nuovo incontro il 28 novembre: Re David: "In quell'occasione esprimeremo il nostro giudizio complessivo"
14 novembre 2017
Il sindacato: "Attendiamo la decisione dell'Antitrust Ue"
09 novembre 2017

X «

#tickEnd-tickBegin#