Analisi e opinioni
foto © Pixabay
L’altro ieri
27 luglio 2016
  • di Stefano Lucarelli e Roberto Romano
  • Sostenere la domanda mediante l’intervento statale non basta
    Le vecchie ricette keynesiane non sono più sufficienti. Occorre una prospettiva di iniziativa economica in cui coordinare diverse politiche pubbliche per governare il cambiamento, dal credito alla ricerca e sviluppo, dalle strategie industriali al sociale
22 luglio 2016
  • di Maurizio Di Cosmo
  • L'omicidio di Emmanuel e l’ipocrisia per vie legali
    Fermo non ha bisogno di silenzio né di risarcimenti. Ha bisogno di essere svegliata e reagire a quello che sta accadendo. Da qui la nostra solidarietà a Don Vinicio e alla Comunità di Capodarco, perché le loro azioni rispondono a tali esigenze
21 luglio 2016
  • di Carlo Caldarini
  • Ue, che fine ha fatto il diritto di libera circolazione?
    Le norme comunitarie continueranno ad applicarsi nel Regno Unito, come in tutti i Paesi membri dell’Unione. Anche se, relativamente ai contenuti, agli sviluppi e alla durata dei futuri negoziati, è difficile dire cosa succederà nei prossimi mesi e anni
20 luglio 2016
  • di Sergio Farris
  • Competitivi in virtù del costo del lavoro: perché Boccia sbaglia
    Con questa ossessione non si riconoscerà mai che la crisi è causata da una grave carenza di domanda e che le ricette indicate da Confindustria non la risolvono. Il riequilibrio dei conti con l’estero ottenuto riducendo drasticamente consumi e investimenti
18 luglio 2016
  • di Gianni Di Cesare
  • Sviluppo sostenibile, è sempre più «verde» il futuro del lavoro
    La Cgil ha fino in fondo compreso la novità della (doppia) crisi in atto e, già nella Conferenza di programma del 2013, aveva proposto al Paese il suo Piano del lavoro come strumento di intervento. Una sfida ambiziosa e allo stesso tempo necessaria
15 luglio 2016
  • di Loredana Taddei
  • Gli incomprensibili silenzi della ministra Boschi
    Il tema del lavoro delle donne non rientra nell'agenda del governo. Eppure, a pesare sulle crescenti disuguaglianze sono in particolare le differenze di genere, come testimonia anche l’Istat. Senza contare le incongruenze sul versante della maternità
  • di Marcello Minenna
  • Brexit e l’Europa: tutti (o quasi) gli scenari possibili
    I rischi per l’economia britannica e dell’Unione stanno prendendo forma. Anche se, paradossalmente, la reazione dei mercati, ma anche il quadro post-referendum, sono diventati più pesanti nei Paesi membri. Il ruolo delle misure non convenzionali della Bce
14 luglio 2016
  • di Gaetano Sateriale
  • Città metropolitane, una scommessa anche per i sindacati
    Sarà utile sperimentare, proprio con i costituendi enti, una nuova stagione di contrattazione sociale territoriale finalizzata alla creazione di opportunità di lavoro e di sviluppo. Su questa strada si devono però superare due limiti
08 luglio 2016
  • di Stefano Cecconi
  • L’aggiornamento degli attuali Lea? Proposta velleitaria
    Senza risorse certe e se non si supera l’estrema frammentazione del Servizio sanitario nazionale, l’effettiva garanzia dei Livelli essenziali di assistenza, vecchi e nuovi che siano, resta – soprattutto in alcune realtà territoriali – una pia illusione
  • di Maurizio Minnucci
  • Visco: «Il governo si è fermato nella lotta all'evasione»
    “L'esecutivo era partito bene, ma ora sta evitando ogni intervento che possa turbare i rapporti con una parte di elettorato. Mancano le risorse? Non andiamo lontano se continuiamo a disperderle in bonus di varia natura”
  • di Simona Fabiani e Silvana Cappuccio
  • Clima, la scommessa della democrazia energetica
    Il primo rapporto speciale dell’Aie stima in sei milioni e mezzo di morti all’anno nel mondo il tributo all’inquinamento atmosferico causato da fonti fossili. Necessario un cambiamento radicale che garantisca il diritto alla buona qualità dell’aria
06 luglio 2016
  • di Riccardo Sanna
  • Brexit: il problema è l'Europa che manca
    Il risultato del 23 giugno, con l’uscita del Regno Unito dall’Ue, si spiega con quel che non c’è più che con quel che non va. Il progetto di pace dell’Unione potrebbe non bastare più senza un analogo progetto di sviluppo economico, sociale e ambientale

177