foto © Pixabay
L’altro ieri
  • di Antonio Sanguinetti, Rps
  • Ue, nuove migrazioni: se aumenta la quota di lavoro precario
    L’espansione degli impieghi non-standard mostra il consolidarsi di un trend europeo le cui caratteristiche sono la riduzione delle protezioni e forme sempre più estese di sotto-occupazione. Anche se va detto che il processo non è così lineare
20 aprile 2018
  • di Lisa Bartoli, Esperienze Inca
  • Contributi e part time, l’Inps nega i diritti
    Ai lavoratori a tempo parziale ciclico verticale non resta che la via giudiziaria per vedersi riconoscere tutta l’anzianità contributiva, inclusa quella relativa ai periodi di non lavoro. L’istituto insiste e resiste fino all’ultimo grado di giudizio
13 aprile 2018
  • di Massimo De Minicis, Eticaeconomia
  • Quanti danni il postfordismo digitalizzato
    Con l’affermarsi di una cultura produttiva “Lean” il lavoro è divenuto più casuale, determinando un ampliamento del numero di individui in condizioni di insufficienza reddituale. Per questo è necessario ricostruire il rapporto tra capitale e salario
12 aprile 2018
  • di Fausto Durante
  • Gig economy, l’esempio danese che fa riflettere
    Mentre in Italia il tribunale di Torino sancisce che i rider di Foodora sono lavoratori autonomi, nel Paese che ha già bloccato Uber un accordo innovativo tra il sindacato dei servizi 3F e una nota piattaforma digitale stabilisce regole e salari dignitosi
06 aprile 2018
  • di Fausto Durante
  • Un messaggio chiaro al G7: stop disuguaglianze
    I leader sindacali dei sette Paesi più avanzati si sono incontrati a Ottawa per il Labour7 in vista del summit mondiale di giugno. Tra le richieste, una su tutte: rafforzare il potere di contrattazione del mondo del lavoro per governare la globalizzazione
  • La politica miope e di breve periodo dei dazi
    L'economista Riccardo Realfonzo a RadioArticolo1: "Imporre barriere, come fa Trump, può dare respiro nell'immediato. Ma sul medio termine provoca ritorsioni e guerre commerciali, fa entrare in crisi i settori coinvolti, non porta beneficio per il Paese"
03 aprile 2018
  • di Angelo Sposato
  • Sud, il reddito di cittadinanza non c’entra
    Il Mezzogiorno ha votato Lega e 5 Stelle perché ha perso la fiducia verso la politica e si è sentito abbandonato e tradito dalle classi dirigenti che lo hanno utilizzato elettoralmente e reso sterile. Serve un cambio di rotta con investimenti e lavoro
30 marzo 2018
  • di Leonello Tronti
  • Se la conoscenza è il vero fattore competitivo
    Per le società più dinamiche è una convinzione acquisita da tempo e confermata dai dati. È a fronte di questo diffuso consenso internazionale, almeno di indirizzo, che è necessario giustapporre i risultati problematici ottenuti dall’economia italiana
29 marzo 2018
  • di Mimmo Carrieri
  • Accordo sui contratti, una cornice valida per il futuro
    Tanto le confederazioni sindacali che la Confindustria enunciano l’ambizione di andare oltre la fase della disintermediazione, che aveva segnato larga parte della scorsa legislatura. Ma la strada tracciata non sarà lineare, né priva di ostacoli
28 marzo 2018
  • di Cristian Perniciano
  • Web tax europea: una norma imperfetta, ma necessaria
    Per ora quella della Commissione Ue è solo una proposta-tampone. Nel mirino le pratiche elusive messe in atto dalle grandi multinazionali, approfittando del fatto che per operare nel mercato unico sia necessaria una sola sede nel continente
23 marzo 2018
  • di Maurizio Franzini, Elena Granaglia e Michele Raitano, Eticaeconomia
  • A proposito di reddito di cittadinanza
    Per i sostenitori è lo strumento centrale per assicurare il diritto all’esistenza. Per i detrattori è l’ennesima forma di assistenzialismo. Chi ha ragione? Cerchiamo di comprendere nel merito la proposta del Movimento 5 Stelle

X «

168