Diario Terziario del 3/2/2017 - page 1

TERZIARIO
T U R I S M O
C O M M E R C I O
S E R V I Z I
N.1
|
3 febbraio 2017
L
a Cgil vince la sua prima
battaglia, l’approvazione
di due dei tre quesiti che
saranno votati nei
referendumper l’abrogazione dei
voucher e l'introduzione della
responsabilità solidale negli appalti.
Come si pone la confederazione
rispetto a questo importante
obiettivo raggiunto?
n
L’approvazione dei quesiti su
voucher e appalti è un risultato
importante che ripaga gli sforzi e
l'impegno profuso da tutta
l'organizzazione nelle assemblee
prima e nella raccolta firme poi.
Ci carica di responsabilità nell'avviare
una campagna elettorale che è “una
prima volta” nella storia
dell’organizzazione – mai aveva
promosso direttamente quesiti
referendari – e ci consentirà di aprire
una discussione vera nel Paese sulla
condizione reale di milioni di
lavoratori a cui vogliamo dare risposte
positive e di cui possiamo migliorare la
condizione di lavoro e quindi di vita.
Abolire i voucher e introdurre norme
che ripristinino l’effettiva e certa
responsabilità solidale negli appalti
significa infatti riconsegnare dignità a
milioni di lavoratori considerati solo
un costo da comprimere e di fare un
passo in avanti verso un cambiamento
reale nella considerazione del valore
del lavoro nella società, un lavoro
dignitoso, retribuito, contrattualizzato.
I due quesiti non sono quindi un tema
che riguarda solo chi lavora a voucher
o solo chi lavora negli appalti, ma
riguardano l'idea che il Paese
ha del lavoro e della qualità
dello sviluppo.
F
Una battaglia
PERTUTTI
INTERVISTAATANIASCACCHETTI
segretaria confederale della Cgil
Per troppi anni
il nostro Paese
ha misurato l'assenza
di una discussione
che affrontasse
la drammatica
condizione del lavoro
1 2,3,4,5,6,7
Powered by FlippingBook