Economia
“L'Europa è ancora malata, si punti sul lavoro”

foto di Dennis Skley/Flickr (1/1)

  • Print Friendly and PDF
Il segretario generale Cgil torna sulla rottura del tavolo con il governo: “Non è vero che diciamo sempre no, il sistema deve dare certezze a tutti, ora solo storture e ingiustizie. Valuteremo eventuali iniziative di protesta successive al 2 dicembre"